Aim High, mira alto il webserial Warner con star da Twilight e Lost

Da Next-tv

Bene  per chi come me ama Twilight e Lost non può non leggere quest’articolo….



Come avevamo anticipato nelle scorse settimane, Warner Bros. sembra fare sul serio con le webseries. Per l’imminente Aim High, diretta dal regista di Terminator Salvation McG (già in passato artefice di produzioni originali per Internet), Warner Digital ha annunciato un cast di stelle dei media tradizionali.

Jackson Rathbone vestirà i panni di Nick Green, studente di giorno e spia di notte, parte di un gruppo di 64 teenager segretamente addestrati da un programma governativo fantasma [vedi foto di scena a latere]. Rathbone è salito alla ribalta interpretando in tutte e tre le pellicole di Twilight il vampiro Jasper Hale, uno dei figli adottivi di Carlisle Cullen, assassino redento e oggi alleato degli eroi dell’epopea Edward e Bella.

Lo andranno ad affiancare due co-protagoniste femminili: Aimee Teegarden, che nello strapremiato serial sul football liceale Friday Night Lights era la figlia dell’irreprensibile e imbattibile coach Taylor (un personaggio assolutamente centrale nella trama) e Rebecca Mader, un’icona per gli aficionados di Lost, dove aveva il ruolo della rossa antropologa Charlotte Lewis, il tragico amore impossibile di Daniel Faraday.

In Aim High la Teegarden sarà la classica biondina fidanzata con il capitano della squadra di nuoto che si diverte a flirtare con l’anti-eroe Nick, mentre la Mader dalle descrizioni si calerà nelle vesti di una “focosa insegnante di scienze”.

Tra i comprimari del trio un nutrito pacchetto di veterani televisivi, come Johnny Pemberton (MTV Megadrive), Clancy Brown (Highlander) e Greg Germann (Ally McBeal).

Aim High è prodotta esecutivamente dalla Dolphin Entertainment, al cui attivo va segnalato il secondo telefilm con attori di carne e ossa nella storia di Cartoon Network, ovvero il mystery liceal-fantascientifico Tower Prep. Dunque un’azienda con uno specifico know how nella creazione di serialità per il pubblico dei giovanissimi, a cui si indirizza – traspare con estrema evidenza da ogni dettaglio narrativo finora esaminato – la stessa Aim High.

Due le implicazioni che si possono ricavare dalla mossa Warner, entrambe a dimostrazione di una scommessa forte sulle potenzialità di ritorno dell’investimento: 

  1. il budget allocato è presumibilmente molto superiore agli attuali record di Sony Crackle, intorno a 1 milione di dollari per The Bannen Way; ingaggiare star di un determinato calibro presume infatti gioco forza far esplodere le spese cosiddette sopra-la-linea.
  2. la selezione degli attori sembra scientificamente dettata dall’ufficio marketing: tutti beniamini del pubblico 15/34 anni, la target audience privilegiata dei contenuti esclusivi per il web, e tutti artisti provenienti da saghe cult nelle community online, da Twilight a Lost. Un processo di sinergie tra il creativo e il commerciale riservato di solito al business TV. L’impiego in ambito online lascia intuire da parte di Warner Bros. la convinzione di poter monetizzare l’opera con ordini di grandezza non dissimili da quelli televisivi. E già solo questo è un fatto inedito, e addirittura clamoroso se confrontato con quanto sostenevano i dirigenti dei grandi network appena due anni fa riguardo i contenuti audiovisivi per il web (“perché dovremmo buttare all’aria i nostri dollari analogi per batarattarli con miseri centesimi digitali?”).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...